Accesso ai documenti amministrativi

REGOLAMENTO PER L'ESERCIZIO DEL DIRITTO D'ACCESSO AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI
(fuori dai casi previsti dall'art.5 ‘Accesso Civico' del D.Lgs. 33/2013 sulla Trasparenza 

PRINCIPI GENERALI

Il diritto di accesso consiste nel visionare ed eventualmente avere copia di documenti amministrativi da parte degli
interessati. La presa visione dei documenti è gratuita; il rilascio di copia è invece subordinato al rimborso delle spese di riproduzione, ricerca e visura sostenute dall'Amministrazione. Tutti i documenti dell'Amministrazione sono accessibili, ad eccezione di quelli riservati per espressa indicazione di legge (art. 24, legge n. 241/1990 e successive modifiche e integrazioni) o per effetto di una motivata dichiarazione del Capo d'Istituto.

TITOLARI DEL DIRITTO

Fatto salvo quanto previsto dall'art. 5 del D.Lgs. 33/2013, sono titolari del diritto tutti i soggetti privati (cittadini, associazioni, imprese etc.) compresi quelli portatori di interessi pubblici o diffusi, che abbiano un interesse diretto concreto e attuale e giuridicamente rilevante rispetto al documento di cui è chiesto l'accesso.

Per i soggetti pubblici l'accesso ai documenti di altre amministrazioni rientra nel principio di leale cooperazione istituzionale, ed è pertanto sempre garantito.

ESERCIZIO DEL DIRITTO

È necessario presentare una richiesta di accesso indirizzata all'Amministrazione (se è quella che ha creato il documento o che lo detiene stabilmente) in una delle seguenti modalità:

- di persona, recandosi presso gli uffici della Soprintendenza archivistica della Sardegna, in via Marche 17, Cagliari, dal lunedì al venerdì dalle 08,00 alle 14,00 (martedì, mercoledì, giovedì anche 16-18) e compilando l'apposito modulo di accesso agli atti;
-posta elettronica, inviando all'indirizzo sa-sar@beniculturali.it la richiesta di accesso, utilizzando come riferimento il modulo di accesso agli atti scaricabile dal sito della Soprintendenza archivistica della Sardegna e allegando fotocopia del documento d'identità e di eventuali deleghe di rappresentanza;
-posta elettronica certificata (PEC), per il richiedente in possesso di un proprio indirizzo di posta elettronica certificata privato, inviando all'indirizzo mbac-sa-sar@mailcert.beniculturali.it. Tale modalità dovrà essere espressamente dichiarata nella richiesta di accesso;
- posta ordinaria, inviando alla Soprintendenza archivistica della Sardegna , 09127 Cagliari, via Marche 17, la richiesta compilata, possibilmente utilizzando il modulo di accesso agli atti scaricabile dal sito web della Soprintendenza archivistica della Sardegna, allegando fotocopia del documento d'identità e di eventuali deleghe di rappresentanza.

 

•  La domanda deve contenere tutti i dati del richiedente;
 Coloro i quali inoltrano la richiesta in rappresentanza di persone giuridiche o di enti, nonché i tutori e i curatori delle persone fisiche, devono produrre, oltre al documento di identificazione personale, idoneo titolo che attesti tale qualità;
 La richiesta deve consentire l'individuazione del documento cui si vuole accedere, gli elementi indispensabili al suo reperimento, pertanto non sono ammesse richieste generiche;
 La richiesta deve essere sempre motivata;

a)
b)
La decorrenza della domanda è individuata come segue:
per la modalità "di persona" e "pec" dalla data della ricevuta di richiesta di accesso rilasciata dall'Ufficio;
per le altre modalità, dalla data di presa in carico al protocollo.


 
ESITO DELLA RICHIESTA

La richiesta viene valutata per verificare la completezza e correttezza dei dati indicati. Nel caso in cui siano necessarie delle integrazioni, a causa di richieste irregolari o incomplete, l'Amministrazione ne darà comunicazione al richiedente, entro dieci giorni dalla presentazione della domanda, tramite raccomandata o altro mezzo idoneo ad accertare la ricezione. Il termine del procedimento (30 giorni) ricomincia a decorrere dalla presentazione della richiesta corretta (art. 6, c. 5 D.P.R. n. 184/2006).
Entro 30 giorni l'Amministrazione comunicherà per iscritto l'esito al richiedente. La richiesta di accesso può avere 4 diversi tipi di esito:

accoglimento 
limitazioneè possibile accedere solo a una parte della documentazione
differimentola richiesta può essere accolta solo in un secondo momento, indicato dall'Amministrazione
rifiutola richiesta non può essere accolta

La comunicazione di accoglimento indicherà gli orari, e il periodo di tempo, non inferiore a quindici giorni dalla data della comunicazione, per prendere visione dei documenti o per ottenerne copia. Trascorso il predetto periodo senza che il richiedente abbia visionato il documento, la pratica è archiviata e l'interessato dovrà presentare nuova richiesta.
I documenti in visione saranno resi disponibili presso i locali indicati, non possono essere asportati, l'accesso è consentito esclusivamente con l'ausilio di personale dell'Amministrazione.
Il rilascio di copie di documenti è subordinato al pagamento del costo di riproduzione in conformità al seguente
Tariffario adottato dall'Amministrazione.

Costi di riproduzione per rilascio copie 

Formato

Euro 

A4  0,15
A3  0,25 


La limitazione, il differimento e il rifiuto devono essere motivati a cura del responsabile del procedimento di accesso, e sono ammessi solo in alcuni casi, stabiliti dall'art. 24 della L. n. 241/1990 e successive integrazioni e modifiche.

MODALITA' DI PAGAMENTO


I pagamenti, con l'indicazione della specifica causale, dovranno essere effettuati:


a) sul c.c. postale n. 5082 intestato alla locale Tesoreria Provinciale dello Stato (cap. 2584/art.3) causale "Soprintendenza archivistica della Sardegna - corrispettivi dovuti per rilascio copia documenti";
b)direttamente presso la locale Tesoreria Provinciale dello Stato;
c)per importi fino a € 5 il pagamento può essere assolto tramite equivalente marca da bollo.

Copia del pagamento effettuato dovrà essere trasmessa al Capo d'Istituto.

I pagamenti dall'estero dovranno essere effettuati secondo quanto previsto dalla normativa di riferimento (vedi documento "Versamenti dall'estero").

RICORSI

Decorsi inutilmente 30 giorni dalla richiesta, questa deve considerarsi respinta (rifiuto tacito).
In caso di rifiuto, limitazione o differimento il richiedente può presentare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale o alla Commissione per l'accesso (art. 12 del D.P.R. n. 184/2006) entro 30 giorni dalla data di comunicazione.
In caso di rifiuto tacito il termine decorre dalla scadenza dei termini del procedimento.



RIFERIMENTI NORMATIVI

Il diritto di accesso agli atti e ai documenti amministrativi è riconosciuto dalla L. n. 241/1990 (artt. 22-31) e ss.mm.ii e dal Regolamento attuativo pubblicato con DPR 184/2006.

 

(Regolamento formato pdf)

 

MODULO DI RICHIESTA ACCESSO AGLI ATTI (formato pdf, docx)

 

Cinque per mille   Le App del Ministero 

 Domenica al museo

Ogni prima domenica del mese ingresso
GRATUITO in tutti i luoghi
della cultura statali

 

 

 


Soprintendenza Archivistica della Sardegna
Via Marche 17  09127 Cagliari
Tel.  070 401610   Fax 070 401920
Cod.fisc. 80006410924
e-mail: sa-sar@beniculturali.it
pec: mbac-sa-sar@mailcert.beniculturali.it 
 Ministero   


© 2011-2014 MiBACT - Soprintendenza Archivistica della Sardegna - ∞ - Crediti | Note legali | Gestione dei cookie

pagina creata il 14/09/2015, ultima modifica 09/05/2017