Magia e stregoneria dal Logudoro alla Barbagia

Biblioteca Comunale “Rafael Sari”, ex chiesa di Santa Chiara, complesso della Facoltà di Architettura - Alghero

18 dicembre, 2016 - Presentazione libro

Locandina Alghero

Domenica 18 dicembre alle ore 18, Edicions de l’Alguer presenta il volume di Alessandra Derriu, Magia e stregoneria dal Logudoro alla Barbagia. Le denunce dell’Inquisizione vescovile settecentesca nella diocesi di Alghero. La presentazione verrà ospitata nella Biblioteca Comunale “Rafael Sari”, sita nei locali dell’ex chiesa di Santa Chiara, complesso della Facoltà di Architettura. Interverranno padre Mauro Maria Morfino, vescovo di Alghero-Bosa, don Paolo Secchi, direttore dell’Ufficio dei Beni Culturali Diocesani, Sabrina Mingarelli, Soprintendenza Archivistica della Sardegna, Giuseppe Mele, Università degli Studi di Sassari, Maria Antonietta Ruiu, Associazione Italiana Bibliotecari Sardegna.
Con la partecipazione del Coro S'Ena Frisca di Putifigari.


Storie di donne e di uomini nel Settecento, dalla Gallura alla Barbagia, tra fattucchiere e stregoni. L’azione del Tribunale dell’Inquisizione vescovile di Alghero giunge fino all’interno dell’Isola per perseguire i reati di stregoneria e superstizione, medicamenti, rapporti con il demonio, filtri d’amore, fatture, blasfemia. Nelle campagne, nelle case, nei vicoli, e nelle chiese, un viaggio tra sentimenti e vicissitudini quotidiane. I vescovi inquisitori sorvegliano costumi ed usi e la giustizia fa il suo corso. Dopo la scoperta dell’Archivio del Tribunale e lo studio dei documenti inerenti alla città, il volume ricostruisce il funzionamento dell’Ufficio nella periferia e analizza le denunce fatte nei paesi dell’antica diocesi: Benettuti, Bolotana, Bono, Borore, Bortiocoro, Dualchi, Gavoi, Monti, Nuoro, Orani, Orotelli, Oschiri, Ozieri, Putifigari, Sarule. Alcuni reati sono simili a quelli riscontrati per Alghero, altri legati a fenomeni tipici delle zone dell’interno in questo particolare periodo. Le storie ambientate nel mondo della delinquenza ci permettono di riscontrare come criminalità e banditismo fossero spesso legati alla magia e alla superstizione. Fughe dal carcere, sparatorie, omicidi, fanno da sfondo all’agire di streghe e maghi impegnati nell’aiutare i fuorilegge a sottrarsi alla giustizia, a ricercare l’invulnerabilità, ad eliminare l’avversario.

Documenti da scaricare

 

Cinque per mille   Le App del Ministero 

 Domenica al museo

Ogni prima domenica del mese ingresso
GRATUITO in tutti i luoghi
della cultura statali

 

 

 


Soprintendenza Archivistica della Sardegna
Via Marche 17  09127 Cagliari
Tel.  070 401610   Fax 070 401920
Cod.fisc. 80006410924
e-mail: sa-sar@beniculturali.it
pec: mbac-sa-sar@mailcert.beniculturali.it 
 Ministero   


© 2011-2014 MiBACT - Soprintendenza Archivistica della Sardegna - ∞ - Crediti | Note legali | Gestione dei cookie

pagina creata il 25/02/2013, ultima modifica 15/12/2016