Consultabilità

La consultazione degli archivi degli Enti Pubblici è libera e gratuita e viene autorizzata dagli stessi enti, nel rispetto dei limiti vigenti che tutelano la privacy e la riservatezza dei documenti concernenti la politica interna ed estera dello Stato.

Invece, le richieste di consultazione degli archivi privati ed ecclesiastici , dichiarati o riconosciuti di notevole interesse storico, vanno indirizzate alla Soprintendenza (via Marche 17 - 09127 Cagliari) e sono autorizzate secondo tempi e modalità concordate con i proprietari o detentori degli archivi.

Sono escluse dalla consultazione degli archivi vigilati, come delle biblioteche e degli archivi statali, le persone inserite nell'apposito elenco, aggiornato e trasmesso dal Ministero ai propri uffici periferici, a causa di sentenze o procedimenti in corso per sottrazione o danneggiamento del patrimonio documentario.

Quanto alla consultazione dei documenti riservati , ai sensi del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, artt. 122-127, sono considerati tali:

I documenti riservati possono essere consultati per motivi di studio e di ricerca, ma solo previa autorizzazione del Ministero dell'Interno. Per ottenerla lo studioso deve compilare apposita domanda , che, munita del parere del Soprintendente, va presentata alla Prefettura competente.

 

Cinque per mille   Le App del Ministero 

 Domenica al museo

Ogni prima domenica del mese ingresso
GRATUITO in tutti i luoghi
della cultura statali

 

 

 


Soprintendenza Archivistica della Sardegna
Via Marche 17  09127 Cagliari
Tel.  070 401610   Fax 070 401920
Cod.fisc. 80006410924
e-mail: sa-sar@beniculturali.it
pec: mbac-sa-sar@mailcert.beniculturali.it 
 Ministero   


© 2011-2014 MiBACT - Soprintendenza Archivistica della Sardegna - ∞ - Crediti | Note legali | Gestione dei cookie

pagina creata il 11/10/2011, ultima modifica 17/05/2013