PEC: mbac-sa-sar@mailcert.beniculturali.it   e-mail: sa-sar@beniculturali.it  tel:  070 401610

Soprintendenza archivistica della Sardegna

Donate le carte Allegretti - Crespellani alla città di Cagliari

Il 6 giugno 2018 alla presenza dell’Assessore alla cultura Paolo Frau, sarà ufficializzata la donazione delle Carte Allegretti Crespellani alla città di Cagliari, accolta dalla MEM, su proposta della Soprintendenza archivistica della Sardegna.

Mediateca del Mediterraneo, Cagliari

Il 6 giugno 2018 alle ore 16,00 alla Mediateca del Mediterraneo si terrà il quarto incontro dell'iniziativa “Sardegna fuori di Sardegna. Archivi lontani per una storia vicina”.
I protagonisti dell'incontro saranno "Gli archivi toscani". 
La professoressa Bianca Fadda dell'Università di Cagliari interverrà su “La Sardegna negli archivi pisani. Il caso dell'Opera Santa Maria di Pisa”, mentre Franco Masala sulle “Carte Allegretti-Crespellani”.
L'incontro sarà l'occasione per ufficializzare, con l'assessore alla Cultura del Comune Paolo Frau e i professori Umberto Allegretti e Teresa Crespellani, studiosi di origine cagliaritana residenti ora a Firenze, l'acquisizione delle Carte Allegretti-Crespellani che, su proposta della Soprintendenza archivistica, troveranno ospitalità alla Mem (via Mameli, 164, Cagliari). 
Quindi tra tanti archivi che riguardano la Sardegna, ma sono conservati fuori dalla Sardegna, un archivio sardo e di sardi che ritorna sull'Isola.
Su segnalazione dell'ispettore archivistico onorario Franco Masala, è stata proposta da questa Soprintendenza e accolta dall'Archivio storico comunale la donazione delle Carte Allegretti Crespellani alla città di Cagliari. Si tratta di 6 buste di atti raccolti o personalmente prodotti negli anni ’60-’80 del Novecento dai professori Umberto Allegretti e Teresa Crespellani illustri studiosi di origine cagliaritana, attualmente residenti a Firenze, a testimonianza della loro militanza giovanile, civile e intellettuale. 
Essi all’epoca si impegnarono infatti in vari settori:
• nel movimento della lotta per la casa, principalmente incentrato sul Borgo S. Elia, minacciato di totale stravolgimento socio-economico da un Piano particolareggiato presentato al Consiglio comunale;
• nella partecipazione in vari gruppi cristiani spontanei, attivi a Cagliari e in altri centri dell’Isola, in collegamento diretto, tra le altre personalità, con Arturo Paoli (1912-2015) amico dei coniugi Allegretti, Giusto tra le Nazioni per il suo impegno a favore degli ebrei perseguitati durante la seconda guerra mondiale;
• in attività collegate alle fasi travagliate del Concilio Vaticano II e la difficile eredità del papato nella transizione tra Giovanni XXIII e Paolo VI.
L’archivio contiene inoltre documentazione dell’avvocato e docente universitario Umberto Cao, deputato tra il 1921 e il 1924, e la sua corrispondenza con personaggi quali Angelo Corsi, Paolo Pili, Paolo Orano, Giulio Dolcetta e diversi emigrati italiani negli USA.
In un’ottica che privilegia gli aspetti socio-politici e i primi sentori di una democrazia partecipata dal basso, le carte Allegretti - Crespellani consentono di contribuire alla ricostruzione di fatti significativi della storia recente di Cagliari, ricorrendo anche a materiali “poveri” come i ciclostilati o i verbali delle assemblee.